Successo per la tredicesima edizione

Successo per la tredicesima edizione

Calato il sipario sulla tredicesima edizione della più importante manifestazione turistica della Svizzera italiana. Soddisfazione per i molti visitatori che nei 200 stand, in rappresentanza di oltre 20 Paesi, hanno trovato tutte le tipologie di viaggio. Soddisfatti anche espositori ed istituzioni che a Lugano hanno posto le basi per il futuro del settore

Calato il sipario sul Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze, la più importante manifestazione turistica della Svizzera italiana. Una tredicesima edizione di successo che per tre giorni ha portato a Lugano oltre 20 Paesi del mondo e che ha soddisfatto visitatori ed espositori.

Un folto pubblico, in rappresentanza del più vasto target possibile, ha, infatti, animato sin da venerdì gli oltre 200 stand del Centro esposizioni, confermando l’affetto degli svizzeri per questa manifestazione. In mostra le più belle località e le migliori strutture ricettive dei cinque continenti, con un’attenzione particolare all’Italia, da sempre meta prediletta del turismo svizzero, raccontati sotto tutti i punti di vista: dall’arte all’enogastronomia, dalle località balneari alle mete alpine, dalle isole alle cittadine dell’entroterra meno conosciute.

Già nel foyer di ingresso i visitatori si sono “tuffati” tra le bellezze delle destinazioni presenti in fiera grazie alla mostra Linee di costa dell’artista austriaco Alex Rinesch, che ha portato a Lugano le più belle spiagge dell’Isola d’Elba.

Dal mare alla montagna, dai piccoli borghi alle mete più ricercate dai turisti internazionali, dai viaggi slow alle vacanze attive, il Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze ha raccontato il turismo sotto tutti i punti di vista, offrendo una panoramica completa sul futuro del settore non solo ai viaggiatori. Grande successo, infatti, per il Seminario in Management and Innovation of Tourism Promotion (Management e Innovazione della Promozione Turistica) dedicato alle istituzioni e organizzato in collaborazione con la cattedra Unesco dell’Università della Svizzera Italiana, diretta dal Decano della Facoltà di scienze della comunicazione, professor Lorenzo Cantoni, direttore dell’Istituto di Tecnologie per la Comunicazione e direttore scientifico dei laboratori NewMinE: New Media in Education, webatelier.net ed eLab: eLearning Lab, e del Master in International Tourism.

Dalle strategie per una efficace promozione e reputazione online al corretto uso delle tecnologie digitali per raccontare il turismo sostenibile legato al patrimonio culturale e naturale, alle inesplorate opportunità del turismo religioso, il Seminario ha posto l’accento sulle questioni fondamentali che le destinazioni turistiche devono affrontare per stare al passo con le esigenze e i desideri di turisti sempre in cambiamento.

E, proprio durante il Seminario, sono state premiate con gli Swiss Tourism Awards 2015 le destinazioni italiane che hanno già intrapreso la strada della promozione turistica di successo, risultando le più amate dei viaggiatori 2.0 e dagli svizzeri:

Finale Ligure – Italia
Swiss Tourism Awards 2015 – Categoria Mare
“La meta più glamour del Ponente ligure”

Golfo Aranci – Italia
Swiss Tourism Awards 2015 – Categoria Mare
“Passato, presente e futuro emersi e sommersi”

Giardini Naxos – Italia
Swiss Tourism Awards 2015 – Categoria Mare
“Incomparabile tuffo nella natura e nella storia”

Erice – Italia
Swiss Tourism Awards 2015 – Categoria Borghi di charme
“Gioiello arroccato dal fascino senza tempo”

Noto – Italia
Swiss Tourism Awards 2015 – Categoria Borghi di charme
“Capitale incontrastata del Barocco”

Berchidda – Italia
Swiss Tourism Awards 2015 – Categoria Enogastronomia
“Straordinario tesoro di natura, storia e tradizioni culinarie”

Perinaldo – Italia
Swiss Tourism Awards 2015 – Categoria Borghi di charme
“Paese delle meridiane e dei sapori genuini”

Cocconato d’Asti – Italia
Swiss Tourism Awards 2015 – Categoria Enogastronomia
“Il borgo antico delle cose buone”

Iglesias – Italia
Swiss Tourism Awards 2015 – Categoria Enogastronomia
“Città medioevale dai sapori autentici”

In questa tredicesima edizione del Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze di Lugano abbiamo assegnato i prestigiosi premi all’eccellenza turistica internazionale a località italiane fuori dalle rotte del turismo di massa, ma che regalano straordinarie emozioni -ha commentato Alessandro Strazzanti, presidente Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze-IViaggiatori- Il turismo sta cambiando velocemente e i turisti si stanno trasformando in veri viaggiatori, sempre più attenti, più informati e più desiderosi di scoprire luoghi che lascino il segno sotto tutti i punti di vista (artistico, naturalistico, culturale, enogastronomico) in cui si ritorni come a casa, proprio come succedere a chi visita le destinazioni premiate quest’anno”.

Al Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze premiati anche tre realtà importanti realtà del patrimonio enogastronomico italiano:

Fattoria Casa Sola
Gourmet Choice 2015
“Per saper abilmente trasmettere nel vino, nell’olio e nell’ospitalità le caratteristiche uniche della cultura chiantigiana”

Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese
Gourmet Choice 2015
“Per l’importante ruolo di tutela e di valorizzazione dei vini di questo straordinario territorio”

GAL Pollino
Gourmet Choice 2015
“Per il lavoro di sostegno e di promozione delle eccellenze enogastronomiche del territorio del Pollino”

Con una superficie espositiva di 10 mila metri quadrati, degustazioni di vino, show cooking ed eventi gratuiti, il Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze di Lugano ha dunque accontentato i desideri di tutti i visitatori e ha aperto uno sbocco importante per gli espositori in uno dei mercati turistici più ricchi del mondo.

2015-11-04T17:04:17+00:00 News|Commenti disabilitati su Successo per la tredicesima edizione