Quanto vale il turismo golfistico svizzero?

I numeri parlano chiaro: il binomio golf-turismo si riconferma ai primi posti delle tipologie di vacanze preferite al mondo.

Dove il golf regna sovrano gli appassionati rimangono, infatti, in lista d’attesa anche per anni per il biglietto dei tornei più importanti. Oppure si pensi alla buca 16 del circuito di Phoenix, la più famosa degli Stati Uniti, con una tribuna per oltre 30 mila spettatori che pagano solo per vedere quella fase di gioco.

Tra questi in particolare gli svizzeri che da sempre hanno trasformato la passione per il golf in un’occasione per visitare il mondo. Con quasi 80.000 golfisti (su 7,8 milioni di abitanti), la Svizzera è, infatti, tra i paesi europei con la più alta concentrazione di appassionati (circa 10 ogni 1000 abitanti) immediatamente dopo il “blocco” del Regno Unito e Irlanda.

Ma i golfisti svizzeri hanno in più:

  • ► un reddito medio tra i più elevati d’Europa: 1,7 volte superiore a quello dell’Italia e di 1,3 volte superiore a quello di Germania e Francia
  • ► un’elevata propensione al viaggio: l’86,5% viaggia e intraprende più di un viaggio all’anno
  • ► il numero giorni di vacanza più alto al mondo

Per questo

  • ► si trattengono più a lungo della media nella località di villeggiatura (7 giorni contro i 4)
  • ► spendono il doppio e dedicano solo il 10% della spesa totale al golf lasciando il restante 90% ai servizi del territorio.

E, per coniugare golf, vacanza, cibo, moda e bellezze artistiche, gli svizzeri scelgono in particolare il l’Italia

Secondo le recenti indagini, l’Italia è, infatti, una meta ideale per i golfisti europei che programmano le vacanze con sacca e bastoni. A rendere così attrattiva il Belpaese per i golfisti globetrotter ci sono soprattutto la disponibilità di teetime (la possibilità di prenotare un campo da golf stabilendo un determinato orario di inizio del gioco) e la varietà dei campi.

Analizzando i dati dell’Osservatorio Nazionale del Turismo,la vacanza sportiva in Italia è stata motivazione di soggiorno per il 19,4% dei vacanzieri (crescendo di oltre il 15,3% ), generando oltre 70 milioni di presenze. Tra questi, si stimano 1,8 milioni di presenze motivate dal turismo del golf che salgono a 3,9 milioni se si contano le notti di chi ha soggiornato in Italia anche per altre motivazioni ma ha praticato il golf durante la vacanza. La percentuale della presenza di turisti motivati dalla pratica del golf risulta, nel complesso, assolutamente non marginale a dimostrazione di come in pochi anni il turismo del golf stia assumendo un ruolo rilevante anche rispetto alle altre motivazioni turistiche. E la Svizzera è risultata tra i principali mercati stranieri per il sistema del turismo del golf con il 7,4%.

Per questo motivo Lugano e il Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze sono una piazza ideale per chi vuole acquisire nuovi clienti e presentare il proprio catalogo Golf

2015-07-20T17:31:36+00:00 News|Commenti disabilitati su Quanto vale il turismo golfistico svizzero?