La Newsletter de iViaggiatori

Per le strutture ricettive clienti del Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze la promozione inizia subito! Mensilmente vengono inviate agli oltre 25.000 visitatori della fiera delle newsletter informative con  idee e suggerimenti per le vacanze.
Assicurati adesso il tuo spazio!

L’e-mail marketing è lo strumento promozionale che garantisce il miglior ritorno sugli investimenti. Vediamo perché.

L’utilizzo periodico di newsletter:

è il completamento ideale della partecipazione in fiera,
è istantaneo,
il ritorno d’investimento (ROI) è solitamente molto alto
permette di “veicolare” il messaggio al pubblico, a differenza di un sito web che “aspetta” che i visitatori lo raggiungano,
più del 50% degli utenti del web leggono la loro casella di posta elettronica almeno una volta al giorno.

Media di aperture mail settore turismo e hotel 2015

0%
Aperture Medie per invio
0%
CTR medio per invio
0%
CTOR medio per invio

Percentuali di apertura della mail dopo la sua spedizione

6 ore
12 ore
24 ore
48 ore
In particolare modo per le strutture ricettive e per il turismo in generale, l’utilizzo di campagne di e-mail marketing attentamente studiate permette di:

– fidelizzare i clienti: con le newsletter si instaura e si mantiene un contatto diretto con i clienti. Il cliente standard, inoltre, è interessato a ricevere aggiornamenti costanti sui suoi hotel preferiti.

comunicare in modo preciso e mirato: attraverso un’attenta analisi dei comportamenti e delle interazioni che i clienti hanno con le mail inviate, si possono capire i loro bisogni e i desideri e da questi costruire messaggi ad hoc.

– esplorare nuove nicchie: in generale, l’utilizzo di newsletter permette di sperimentare e capire in tempi brevi, perciò con meno rischi imprenditoriali, se la strategia di marketing è corretta. Per gli hotel e per tutti gli operatori del turismo, significa avere la possibilità di testare nuove tipologie di offerte (ad esempio, pacchetti per ciclisti, per single, per coppie, per gay, etc..) e avere un riscontro immediato della loro “vendibilità”. Questo è possibile sicuramente con campagne pay per click sui motori di ricerca, ma è sopratutto possibile con l’e-mail marketing e a costi decisamente inferiori.

– gestire situazioni di crisi: cosa fare, ad esempio, quando si perde all’improvviso una prenotazione importante? In questi casi, utilizzare una newsletter con offerte last minute ad hoc può risolvere in maniera rapida ed efficace la situazione.

– migliorare la reputazione online: avere una buona reputazione online è oggi fondamentale: secondo gli ultimi dati del Barometro online di MarkMonitor, il 68% dei consumatori di tutto il mondo, infatti, prenota viaggi e vacanze esclusivamente online. La Svizzera si colloca in cima alla classifica europea per diffusione di internet e per penetrazione dell’ecommerce. Gestire al meglio la comunicazione e lo scambio di mail con i clienti è fondamentale per aumentare la propria credibilità online.

– supportare iniziative parallele: le newsletter possono essere utilizzate per promuovere altri siti o iniziative.

I costi contenuti e i tempi immediati rispetto alle obsolete campagne cartacee, rendono dunque l’email marketing lo strumento ideale per divulgare il proprio messaggio pubblicitario. Ma costruire una buona strategia di email marketing non è facile.

Affidarsi a una società con forte esperienza in questo settore consente di evitare dei rischi importanti, come quello di fare spam, di non avere indirizzi mail verificati, di vedersi bloccare il messaggio dagli antivirus o che lo stesso non venga nemmeno letto (per colpa, ad esempio, di una grafica poco accattivante o di una comunicazione poco coinvolgente).

La Newsletter de iViaggiatori

Il Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze di Lugano, noto anche come iViaggiatori, (visitatori: 11.000 famiglie svizzere che, solo per le vacanze, muovono un giro d’affari di oltre 50 milioni di Franchi/Euro), fornisce importanti strumenti di web marketing per accedere al ricco mercato turistico svizzero.

Secondo un recente sondaggio di Visa Europe (Cross Border Spending 2015) gli svizzeri sono i più vacanzieri d’Europa, con una media di circa 3 partenze pro-capite all’anno, rispetto all’1,63 che si registra negli altri Paesi, che arrivano a 3,6 per la fascia di età tra i 25 e i 44 anni. Ciò è reso possibile, in particolare, dal reddito medio tra i più elevati in Europa (1,7 volte superiore a quello dell’Italia e di 1,3 volte superiore a quello di Francia e Germania) e dal più alto numero di vacanze annuali al mondo.

In media gli elvetici intraprendono 22,2 milioni di viaggi all’anno con pernottamento, di cui circa 13,5 milioni di viaggi all’esteroper una spesa complessiva fuori dalla Svizzera di 14,88 miliardi di Franchi. Si registrano inoltre 71,7 milioni di viaggi di una giornata, di cui il 22% all’estero. I viaggi all’estero costituiscono dunque il 61% dei viaggi totali. (dati Ufficio Federale di Statistica).

L’87,5% della popolazione svizzera residente effettua dunque almeno un viaggio con pernottamento nel corso dell’anno: il numero medio dei viaggi con pernottamento per persona è di 2,8, di cui 1 in Svizzera.

L’Italia si riconferma la destinazione più ambita anche nel 2016: gli Svizzeri sono, infatti, quinti nella classifica degli arrivi in Italia (2.314.559 arrivi, che corrisponde a un aumento del 7,5%). Ciò significa che il 28% degli svizzeri sceglie di visitare l’Italia.

Il Canton Ticino conta abitanti con un salario lordo mensile tra i più alti d’Europa (5121 Franchi/Euro) e con un’elevata propensione al viaggio (più di 2,3 viaggi in media pro capite all’anno). Inoltre oltre il 57,6% dei Ticinesi sceglie l’Italia per le vacanze.
Le newsletter de IViaggiatori sono spedite a 25.000 utenti (divisi in svizzeri di lingua italiana, svizzeri di lingua tedesca e italiani residenti nelle zone di confine), che si sono regolarmente iscritti durante le diverse edizioni. Rappresentano dunque una cospicua quota del mercato, certa e altamente interessata.

Dai dati relativi alle iscrizioni pervenute durante l’ultima edizione emerge un importante identikit dei visitatori del Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze.

La maggior parte dei visitatori, sia uomini sia donne, appartiene in prevalenza a una categoria socio-economica medio/alta, con un buon livello di istruzione (diploma e università) e buone disponibilità economiche.

Sono gli adulti compresi nella fascia di età tra i 45 e i 64 anni che viaggiano di più segnando un 40%. La fascia compresa tra i 15 ai 44 anni segna un buon 26%. Ma si nota un aumento del numero dei viaggi della fascia over 65.

La maggior parte dei visitatori del Salone viaggia in coppia (61%) mentre il 35% in famiglia.

La propensione al viaggio è elevata, con il 60% che dichiara di viaggiare tutto l’anno e l’88% che si dice particolarmente interessato a offerte per l’estate.

Una newsletter di successo per voi

Creata ad hoc dalla divisione marketing e comunicazione del Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze, la newsletter sarà inviata ai 25.000 utenti iscritti, garantendovi una promozione immediata.

Richiedi Informazioni

Nome e Cognome*

Ragione Sociale*

Telefono*

Località

Email*

Sito Internet

Sono interessato a  postazione 6 mq 9 mq 12 mq 15 mq 18 mq 21 mq altro

Tipologia di business

 Sono interessato a uno stand condiviso

Informazioni aggiuntive:


*campi obbligatori